You are here: Home » Posts tagged "microsoft"

Blog Archives

Microsoft e il lavoro 2.0: in ufficio quando vuoi

Microsoft e il lavoro 2.0: in ufficio quando vuoi
Nella nuova sede in Germania abolito l’obbligo di presentarsi in azienda: contano solo i risultati. Ad aprire la strada è stato Richard Branson.
Ufficio addio: è questa la tendenza delle grandi aziende nel 2014. Dopo che la Virgin ha annunciato la scomparsa dell’orario di lavoro, anche Microsoft intraprende la strada dell’impiego 2.0.
Nessun obbligo di presentarsi in ufficio ogni giorno: questa la novità della nuova sede in Germania. A casa, al parco o al bar: i dipendenti del colosso dell’informatica saranno liberi di mettersi al computer dove vorranno in questa modernizzazione del telelavoro.
UFFICIO ADDIO. In realtà, Microsoft aveva già cancellato l’orario fisso nel 1998, ora elimina l’obbligo di presenza sul posto di lavoro. In modo da far risparmiare tempo (e stress) negli spostamenti ai lavoratori, ma anche spazio in sede: i 2.700 dipendenti potranno lavorare «dove e quando vogliono», tanto che nella nuova struttura a Monaco di Baviera non ci saranno postazioni per tutti.
«La presenza fisica in ufficio non dice nulla sulla qualità delle prestazioni dei dipendenti. Al contrario, spesso fornisce una falsa immagine», spiega il direttore del personale di Microsoft Germania, Elke Frank, al Frankfurter Allgemeine Zeitung.
MODELLO DIFFUSO. All’azienda interesserà solo la produttività e il risultato, mentre il dipendente potrà gestire meglio il proprio tempo. Ne beneficerà anche l’ambiente, se si calcola che ogni pendolare produce 1,7 tonnellate di Co2 ogni anno.
Altre aziende hanno adottato questo modello, come Sap, Bmw o Deutsche Bank, nonostante la contrarietà dei sindacati: venire liberati dall’ufficio può voler significare essere sempre raggiungibili. E la libertà può trasformarsi in superlavoro.

Fonte: Businesspeople.com   Link: http://goo.gl/rIhdCH

Microsoft il Surface Pro 3 conquista l’Italia!

 Microsoft il Surface Pro 3 conquista l’Italia!
Lo stavate aspettando?
Ora potrete averlo tra le mani, perché è finalmente disponibile anche in Italia il tablet made Microsoft il Surface Pro 3.
Microsoft il Surface Pro 3 è un tablet spettacolare grazie alla sua potenza si presenta come un vero notebook, leggerissimo pesa solo 800 grammi ed ha uno spessore di 9 millimetri, monta processori intel core i3, i5 e il potentissimo i7 e ha come sistema operativo Windows 8.1.
Microsoft il Surface Pro 3 è disponibile nei negozi specializzati ad un prezzo di 819 euro per il modello base.
Il tablet Surface Pro 3 è molto comodo per i professionisti che si spostano frequentemente che hanno bisogno di un tablet che abbia le stesse caratteristiche di notebook.
Il tablet Surface Pro 3 può essere sfruttato in tutte le sue potenzialità anche dagli studenti che voglio avere un device ultra leggero da poter utilizzare ovunque a scuola o a casa con la possibilità di poter prendere appunti con la preziosissima penna uno degli accessori più utili dell’ultimo modello di tablet della Microsoft.
Microsoft il Surface Pro 3 ha un’autonomia di 9 ore ed un display ampissimo di 12 ” .
Straordinario!
Luca Callegari direttore Marketing Surface di Microsoft Italia ha così presentato Surface Pro 3:
“Molte persone hanno sia un tablet che un portatile, ma in realtà vorrebbero un unico dispositivo per gestire tutto. La nostra visione è molto chiara: Surface Pro 3 è IL tablet che sostituisce il laptop perché è in grado di garantire le stesse prestazioni e funzionalità in un design sottile, leggero e raffinato. Il sogno di avere un solo dispositivo per studio, lavoro e tempo libero con la consapevolezza di poter contare su tutta la potenza necessaria diventerà realtà.”
Che ne dite?
Rapporto qualità prezzo assolutamente in equilibrio.

Fonte: Businessandtech.com  Link: http://goo.gl/ECvJKc

Windows 9, il ritorno del desktop.

Windows 9, il ritorno del desktop.

Il nuovo sistema operativo di casa Microsoft arriva a quasi un anno dall’ultimo aggiornamento dell’8.Tornano le finestre al posto delle mai amate piastrelle.

Non c’è stato tempo di abituarsi a Windows 8.1 che già abbiamo il successore. Il nuovo sistema operativo di casa Microsoft arriva a quasi un anno dall’ultimo aggiornamento di quell’otto che non è riuscito a far breccia nel cuore degli utenti. Chiamato in codice Threshold, il sistema operativo del futuro dovrebbe essere una miscela dei due precedenti con qualche novità e diverse conferme. Innanzitutto torna il menù Start che presenterà i programmi in maniera tradizionale, come accadeva da Windows 7 in giù, ma con in più le piastrelle tipiche di Win 8 e 8.1. Con esso riacquista importanza anche la visuale desktop che sarà l’interfaccia grafica principale al posto delle mai amate piastrelle e, almeno sui PC, dovrebbe uscire di scena la Charms bar, quella barra laterale che conteneva collegamenti veloci a diverse funzioni ma finiva spesso per apparire quando non richiesta. Sui tablet invece dovrebbe rimanere lì dov’è.

Ritorno alle finestre

Le finestre quindi tornano a occupare una posizione centrale nel sistema operativo che le ha innalzate a paradigma (“Windows” vuol dire pur sempre finestre), e perfino le piastrelle ci finiscono dentro. Continueranno infatti ad esistere ma racchiuse dentro riquadri ben definiti che non occuperanno tutto lo schermo come accade con il sistema operativo attuale. Il ritorno dell’interfaccia tradizionale ci fa intuire anche una rinnovata attenzione verso mouse e tastiera, le periferiche di input vecchie di decenni che tornano a fare la voce grossa nei confronti del touch. Il tocco infatti è un sistema di controllo che va bene per tablet e smartphone ma non ha dimostrato grande versatilità su PC fissi e portatili. Come già accade per Linux e Mac, il sistema operativo in arrivo dovrebbe supportare anche i desktop virtuali, ovvero la possibilità di usare più “scrivanie” come si avessero più computer di fronte a noi.

(Ri)ecco Cortana

Il rumor più importante dal punto di vista tecnologico è però la comparsa di Cortana, l’assistente virtuale della casa di Redmond che agisce come il Siri della Apple e prende il nome da un personaggio del videogioco “Halo”. Su Windows 9 dovremmo finalmente vederla all’opera, con un sistema di predizione che imparando dai nostri gesti e dalle nostre ricerche dovrebbe snellire la navigazione e la gestione di diverse funzioni.

Già da settembre

Dette le novità non ci resta che guardare alle date di uscita. Per il momento i rumors sono vaghi ma voci sempre più insistenti parlano di un evento di lancio organizzato per il 30 settembre, data in cui dovrebbe arrivare anche la versione di prova. Entro l’autunno quindi potremo vedere un’anteprima di questa nuova fatica di Microsoft che dovrà battersela contro Yosemite, il sistema operativo per Mac in uscita più o meno nello stesso periodo ma già disponibile in beta nel Mac App Store. L’arrivo definitivo invece è previsto per la prossima primavera e, come ormai di tradizione, sarà gratuito per chi aggiornerà da Windows 8 o 8.1.

Fonte: Corriere.it  Link: http://goo.gl/1NJYRL

Categorie

Articoli Recenti

Microsoft e il lavoro 2.0: in ufficio quando vuoi

Nella nuova sede in Germania abolito l'obbligo di presentarsi in azienda: contan

19 ottobre 2014 read more

Microsoft il Surface Pro 3 conquista l’Italia!

Lo stavate aspettando? Ora potrete averlo tra le mani, perché è finalmente disp

1 settembre 2014 read more

Apple e Google a caccia di programmatori tra i banchi delle medie.

Inventano "app" di successo e diventano milionari prima di aver superato la pube

31 agosto 2014 read more

iPhone 5 difettosi, Apple accetta di sostituirli gratuitamente.

Alcuni apparecchi venduti tra settembre 2012 e gennaio 2013 presentano problemi

26 agosto 2014 read more

Whatsapp raggiunge 600 milioni di utenti attivi.

Whatsapp ora conta 600 milioni di utenti attivi: il CEO punzecchia i concorrenti

25 agosto 2014 read more

Tieniti informato!!

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti ai nostri 7 iscritti.